Canti a sole e a cielo col tuo canto
la tua voce sgrana il cereale del giorno,
parlano i pini con la lor lingua verde:
gorgheggiano tutti gli uccelli dell’inverno.

Il mare empie le sue cantine di passi,
di campane, di catene e di gemiti,
tintinnano metalli e utensili,
suonano le ruote della carovana.

Ma solo la tua voce ascolto e sale
la tua voce con volo e precisione di freccia,
scende la tua voce con gravità di pioggia,

la tua voce sparge altissime spade,
torna la tua voce carica di viole
e quindi m’accompagna per il cielo.

Pablo Neruda

Vita della mia vita

Vita della mia vita,
mi sforzerò di conservare
intatto il corpo, sapendo
che il tuo tocco vivente
mi sfiora le membra per intero.

Mi sforzerò di eliminare
ogni malvagità dal cuore
e di farvi attecchire
il fiore dell’amore,
sapendo che vi dimori tu,
nel più profondo.

Tagore