Le fate ignoranti

A Massimo per i nostri sette anni insieme, per quella parte di te che mi manca e che non potrò mai avere, per tutte le volte che mi hai detto non posso, ma anche per quelle in cui mi hai detto ritornerò…
Sempre in attesa, posso chiamare la mia pazienza “amore”?
La tua fata ignorante.