La casa del buio

Qui e ora sono le sei appena passate, e il sole è basso nel limpido cielo orientale, un grande disco fiducioso bianco-giallo rivolto come sempre al futuro lasciandosi alle spalle il passato, che si accumula senza posa, che ci oscura nel recedere, rendendoci tutti ciechi.

.

Come tutte le tracce di antiche foreste, questo bosco che si stende a nord e a est della casa di riposo parla di fitti misteri con una voce troppo profonda per essere udita.

.

Nessuno dice mai che i morti ti mancano per sempre, ma è la verità.
Jack Sawyer

.

da “La casa del buio” di Stephen King e Peter Straub

Rose Madder

Da Rose Madder, di Stephen King.

Sono veramente Rosie,
E sono Rosie Vera,
Fate poco i dubbiosi,
Sono una forza della natura…

Maurice Sendak

Un tuorlo
sanguigno. Una bruciatura
che si va aprendo in un lenzuolo.
Una rosa infocata
che minaccia di sbocciare.

May Swenson

[…] l’opera non era molto diversa da quelle che ammuffiscono in tutti i banchi di pegno [e] i negozi di curiosità […], ma le riempì cuore e mente di quella sorta di tersa eccitazione rivelatoria che appartiene solo ai capolavori che ci toccano nel profondo: il brano musicale che ci ha fatto piangere, il racconto che ci ha fatto vedere con chiarezza il mondo da un angolo di visuale diverso dal nostro, almeno per un momento, la poesia che ci ha fatto sentire felici di vivere, il ballo che ci ha fatto dimenticare per qualche minuto che un giorno non ci saremo più.

.

La semplice verità è che i brutti sogni sono molto più belli delle brutte veglie.