The Third Miss Symons « il tempo di leggere

Henrietta was the third daughter and fifth child of Mr. and Mrs. Symons, so that enthusiasm for babies had declined in both parents by the time she arrived.
Henrietta era la terza figlia femmina e la quinta figlia in generale di Mr. e Mrs. Symons, quindi l’entusiasmo per i bambini era diminuito in entrambi i genitori nel momento in cui era arrivata.
[incipit]

She was adored, possibly because she had a bad temper (bad temper is an asset in a teacher).
Era adorata, forse perché aveva un brutto carattere (un brutto carattere è una risorsa in un insegnante).

The Symons family had not the friend-making quality – a capricious quality, which withholds itself from those who have the greatest desire, and even apparently the best right, to possess it.
La famiglia Symons non aveva la qualità di saper fare amicizia – una qualità capricciosa, che si nega a coloro che hanno più grande il desiderio, e anche apparentemente maggior diritto, di possederla.

There were others as lonely as herself at school, there are always many lonely in a community; but she did not realize this, and felt herself exceptional.
C’erano altre persone sole come lei a scuola, ci sono sempre molte persone sole in una comunità; ma lei non se ne rendeva conto, e si sentiva eccezionale.

The heroines, it is true, were exquisitely beautiful, which Henrietta knew she was not, but from a study of “Jane Eyre” and “Villette” in the holidays, Charlotte Brontë was forbidden at school owing to her excess of passion, Henrietta realized that the plain may be adored too.
Le eroine, è vero, erano squisitamente belle, cosa che Henrietta sapeva di non essere, ma da uno studio di “Jane Eyre” e “Villette” durante le vacanze, Charlotte Brontë era stata vietata a scuola a causa del sua eccesso di passione, Henrietta si rese conto che anche l’ordinario può essere adorato.

To many people, even to some women, it is not, as it was to her, the all-sufficing condition of existence to love and be loved.
Per molte persone, anche alcune donne, non è, come era per lei, l’unica condizione sufficiente all’esistenza l’ amare e l’essere amati.

But it is one of the saddest things about lonely people, that, having no proper confidant, they tell to all and sundry what ought never to be told to more than one.
Ma è una delle cose più tristi a proposito delle persone sole, che, non avendo un vero confidente, dicono a tutti quanti quello che non dovrebbe mai essere raccontata a più di uno.

Not to become too clever; it [is] a great pity for a girl to get too clever.
Non diventare troppo intelligente; è un gran peccato per una ragazza essere troppo intelligente.
Il padre di Etta

“I can’t conceive why you play [patience],” they said crossly. But the reason was perfectly clear. It stared one in the face. During the patience the clock had moved from ten minutes past eight to twenty-five minutes to ten.
“Non riesco a capire perché giochi [al solitario]”, dicevano irritati. Ma la ragione era perfettamente chiara. Li guardava in faccia. Durante il solitario l’orologio si era spostato da dalle otto e dieci alle dieci e venticinque.

da The Third Miss Symons di F. M. Mayor

Sorgente: il tempo di leggere | The Third Miss Symons « il tempo di leggere

Episode 85 – The April Monologues

I’m not lonely! I’m just, like, a performance artist, and my medium is solitude.

Michelle Nguyen

 

 

La morte a Venezia

Gustav Aschenbach o von Aschenbach, come ufficialmente suonava il suo nome dal giorno del suo cinquantesimo compleanno, in un giorno di primavera dell’anno 19…, quello che per mesi e mesi aveva mostrato al nostro continente una faccia tanto minacciosa, aveva intrapreso, da solo, una lungua passeggiata partendo da casa sua nella Prinzregentstrasse di Monaco.
[incipit]

Continua a leggere

The Big Bang Theory, stagione 6

La madre di Howard: Le mogli non portano via i figli alle loro madri.
Howard: Invece sì, è per questo che le sposiamo!

(Episodio 1)

Rezinov: Ti rendi conto che hai appena mentito spudoratamente a tua madre e tua moglie?
Howard: Sì.
Rezinov: Cosa farai quando tornerai sulla Terra?
Howard: Oh, ma io non tornerò mai!

(Episodio 1)

Le comicon sono come la pizza e gli acceleratori di particelle: anche le varianti peggiori sono comunque apprezzabili.
Sheldon

(Episodio 13)

[Dopo aver ascoltato il TOM TOM con la voce di Sheldon]
Leonard, guarda c’è un ponte: buttiamoci giù!
Howard

(Episodio 13)

Potete smetterla di fissarle, per favore? Sono solo ragazze, niente che non abbiate già visto nei film o nei fumetti!
Stewart ai clienti del negozio quando entrano Penny, Amy e Bernardette

(Episodio 13)

Non tirare fuori la storia di Einstein! La sue scoperte rivoluzionarie le ha fatte quando nessuno sapeva niente! Quindi qualsiasi cosa era una scoperta rivoluzionaria!
Sheldon

(Episodio 14)

Grazie ragazzi per aver fatto tutto questo. Di solito passo il giorno di San Valentino triste e da solo. Quest’anno son solo triste!
Un ragazzo invitato alla festa per single al negozio di fumetti

(Episodio 16)

E dai, vogliamo starcene seduti qui a ciarlare come un branco di ragazzine, o vogliamo giocare a D&D come un branco di ragazzini che non faranno mai sesso con quelle ragazzine?!?!
Howard

(Episodio 23)

Sono stata spiegata?

Sconsolata nasce per amore e solitudine.

Tra le grandi tragedie e le straordinarie fortune, tante le esistenze vissute nella cosiddetta “normalità” fatta di lotte, sofferenze, speranze, propositi. Sogni.

A queste esistenze racconto la mia; fatta appunto di lotte, sofferenze, speranze, propositi. Sogni.

Nel desiderio piccolo e grande che, pensando a Sconsolata, vi venga da ridere e vi raggiunga il mio bene.

…Sono stata spiegata?

da Sono stata spiegata? di Annamaria Barbero