Tokaido

Ogni giorno è un viaggio e il viaggio stesso, casa.

da Tokaido di Lucia St. Clair Robson

Annunci

Sì, viaggiare

…e potresti ripartire
certamente non volare
ma viaggiare.
Sì, viaggiare,
evitando le buche più dure,
senza per questo cadere nelle tue paure.
Gentilmente, senza fumo, con amore,
dolcemente viaggiare
rallentando per poi accelerare,
con un ritmo fluente di vita nel cuore,
gentilmente, senza strappi al motore.
E tornare a viaggiare
e di notte con i fari illuminare,
chiaramente, la strada, per sapere dove andare
con coraggio, gentilmente
gentilmente,
dolcemente viaggiare.

Lucio Battisti

La linea d’ombra

mi offrono un incarico di responsabilità
domani andrò giù al porto e gli dirò che sono pronto per partire
getterò i bagagli in mare studierò le carte
e aspetterò di sapere per dove si parte quando si parte
e quando passerà il monsone
dirò levate l’ancora diritta avanti tutta
questa è la rotta
questa è la direzione
questa è la decisione

Jovanotti

Marco Polo

[…]
viaggiare al volante di una macchina scassata
che per ogni chilometro in più è un gloria al padre
e fare una telefonata a tua madre,
dire è tutto a posto ritorno per Natale ad ogni costo
[…]
partire e vivere cercando
e ballando
su ritmiche diverse e su diversi accenti
ballare sopra i fusi orari e sopra i mutamenti
di clima
scalare la cima
e poi scendere a valle una dieci cento mille miglia
coi piedi per bagaglio e il mondo per famiglia
mangiare le cucine dei paesi più lontani
con le forchette con i bastoncini con le mani
i paesi più lontani, ma lontani da che lontani da cosa lontani da dove
con le radici nel tuo cuore e i rami nell’altrove
partire col sole sempre in faccia ad ogni costo agosto dopo agosto…
[…]
qualche volta sopra un treno dentro uno scompartimento pieno
di facce che non sai che non saprai
confini di solitudini che non cadranno mai, che tu non rivedrai mai
scambiare quattro chiacchiere in lingue che non sai
comunicare con un semplice sorriso o con un gesto solo
scoprirsi Marco Polo
e non sentirsi solo tra gli umani
stringere milioni di mani
in ogni posto agosto dopo agosto…

Jovanotti